La IGT Bergamasca è riservata ai vini: bianco, rosso, rosso novello, Moscato rosso (da Moscato di Scanzo) e rosato.

La zona di produzione comprende l’intero territorio della provincia di Bergamo.

Testimonianze dell’antichità della viticoltura bergamasca ci vengono dall’epoca latina: alcuni storici riportano la notizia dell’impianto di viti a Scanzo da parte dei militi romani. Inoltre, per i Romani la cultura della vite a Bergamo diventò così importante che fu dedicato un tempio a Bacco nell’antico Borgo di San Lorenzo. Plinio racconta che in questo territorio la coltivazione della vite era molto sviluppata, soprattutto nei luoghi più appropriati, cioè nella collina.

La sede operativa

SOP07 Franciacorta

Il Consorzio

torna Indietro