I vini Savuto DOC possono essere prodotti nelle tipologie bianco, rosso e rosato.

La zona di produzione coinvolge numerosi comuni delle provincia di Cosenza e Catanzaro.

Decantato da Plinio e Strabone e amato dai patrizi romani ai cui banchetti non poteva mai mancare, il Savuto (“Sanutum” per i Latini) si distingue dagli altri vini calabresi perché, invece di essere il prodotto di vigneti degradanti verso il mare, deriva da viti che sono piantate sulle pendici dei monti che sovrastano il fiume Savuto, da cui prende il nome. Dopo la discesa dei Romani al sud della penisola italica, il vino “Sanutum“ ora Savuto, veniva ampiamente apprezzato alla pari de grandi vini dell’epoca.

La sede operativa

SOP34 Calabria

torna Indietro