Il progetto, iniziato nel 2017 e ora in fase conclusiva, è finalizzato allo studio e all’introduzione delle tecnologie dell’Internet of things in ambito agroalimentare. In questo contesto, Valoritalia ha analizzato e studiato come l’applicazione di sensori sofisticati in cantina e in vigneto potessero migliorare e velocizzare il processo di certificazione, tenendo conto del cambiamento repentino di normative, tecnologie e società. Ma non solo, sotto i riflettori anche l’utilizzo di Realtà Virtuale e Aumentata.

Leggi l’articolo completo di Francesca Romero sul Corriere Vinicolo.